Bullismo e Coronavirus: la scuola ai tempi del Covid-19

da | Cyberbullismo

Costa meno caro aiutare un giovane a costruirsi che aiutare un adulto a ripararsi”.

Tutto nasce e parte dai banchi di scuola: lì dove si sviluppa l’educazione delle nostre menti e delle nostre anime, lì dove, anno dopo anno, si costruisce il puzzle della nostra identità. La scuola ha un ruolo fondamentale nello sviluppo delle personalità dei bambini e degli adolescenti, è il luogo dove si costruisce l’essenza delle cose, la percezione tra ciò che è giusto e ciò che è errato. 

E così ogni pezzo del puzzle deve essere posizionato correttamente, affinché non si passi dal lato opposto del giusto: l’essere un bullo.

 

Bullismo a scuola: i dati sono allarmanti

 

 

Foto di un bullo mentre picchia un suo coetaneo più deboleIn Italia ogni giorno vi è almeno un caso di bullismo. Secondo i dati raccolti dal Telefono Azzurro nel 2017, il bullismo tra i banchi di scuola è un fenomeno più che mai costante.

Tanti i ragazzi che ogni giorno sono vittime di attacchi, soprusi e ingiustizie. Troppi sono gli adolescenti che decidono di non andare più a scuola pur di non incontrare i loro carnefici.

In una statistica report diffusa dall’Istat, 1 ragazzo su 2 due è vittima di bullismo. La metà del campione intervistato purtroppo non è uscito “Illeso” da tale piaga sociale. 

Con la chiusura delle scuole, a causa dell’emergenza “Covid-19” si pensa in maniera erronea che i propri figli possano essere al sicuro da tali attacchi, dimenticando che il bullismo ha trovato la sua evoluzione in forza e potenza nella Rete.

 

Cyberbullismo al tempo del CoronaVirus: i dati di Keepers

 

Cellula di Covid 19 al microscopioIl cyberbullismo nasce dagli stessi pezzi “errati” del puzzle del bullismo. Trova nella rete il mezzo più potente per diffondere il suo verbo, una congiunzione infinita di violenza e brutalità.

Secondo i risultati del sondaggio “Social Warning – Movimento Etico Digitale”, realizzato in occasione della quarta tappa di @scuolasenzabulli, quattro studenti su dieci sono vittime di episodi di cyberbullismo.

E questi dati diventano ancora più allarmanti ora che l’attività didattica è migrata esclusivamente sui canali digitali. Video-lezioni, conferenze, meet online tra studenti e professori: la Rete diventa lo strumento grazie al quale garantire la formazione. Ma al tempo stesso, la Rete diventa l’incubo per tutti quegli studenti vittime di attacchi online.

Secondo i dati raccolti da Keepers, l’app di parental control per il cyberbullismo, una tra le parole più usate attualmente dai ragazzi è proprio “CoronaVirus”. Un termine che al sol scriverlo o pronunciarlo crea terrore, allarme, paura negli occhi di chi lo legge e di chi lo ascolta.

E così, diventa strumento di allarme e psicosi, il verbo offensivo da propagare in Rete. 


Tutela i tuoi figli dai pericoli della Rete: scopriamo insieme come

 

Bambino ascolta una videolezione scolastica in quarantenaPrima dell’emergenza sanitaria, quante ore al giorno i tuoi figli utilizzavano il proprio smartphone?

Scommettiamo che la media oggi si è raddoppiata, se non triplicata. Proprio per questo abuso eccessivo degli strumenti digitali, oggi più che mai è necessario tutelare i propri cari dai pericoli della rete, utilizzando tutti i mezzi che la stessa ci mette a disposizione.

Grazie a Keepers, potrai monitorare l’attività digitale di tuo figlio ed essere immediatamente avvisato in caso gli arrivino messaggi offensivi e pericolosi sul suo cellulare. Ciò avviene grazie ad un sistema tecnologicamente avanzato, che effettua un’analisi dei contenuti presenti sul dispositivo e identifica tutte le situazioni allarmanti

Conversazioni pericolose, siti web non idonei, offese e insulti: gli algoritmi di riconoscimento del linguaggio naturale li identificano e subito dopo il genitore viene immediatamente avvisato grazie a una notifica in real time.

Proteggerai così tuo figlio da un altro male, che non lascia scampo né conosce distinzione: il cyberbullismo.

Cellulare con notifiche dell'app keepers sulla schermata di blocco
Cellullare con l''app keepers avviata

Scarica Keepers

La prima App contro il cyberbullismo.